Condividi
Home » Natura e territorio » Punti d'interesse » Siti archeologici

Bonu Caminu

Tipologia: Insediamento
Periodo/Età: Nuragico/Romano
Stato di Conservazione: Tracce
Accessibilità: Ottima
Fruibilità: No
Condizione Giuridica/Proprietà: Privato
Altitudine: 625 m. s.l.m.
Bibliografia: A. TARAMELLI, Carte Archeologiche della Sardegna, Sardegna Archeologica –Reprints–, Delfino Editore, Sassari 1993,
vol. l, F. 194, II N.E., p.91, n. 13.A. TARAMELLI, Carte Archeologiche della Sardegna, Sardegna Archeologica –Reprints–, Delfino Editore, Sassari 1993,
vol. l, F. 194, II N.E., p.91, n. 13.

Il nucleo insediativo è localizzato in corrispondenza del colle di Buon Cammino, estrema propaggine settentrionale di Punta Sant'Anna, protesa a dominio di un angusto fondovalle oggi parzialmente occupato dal centro abitato di Bitti. L'area insediativa originaria, stando almeno alle evidenze di superficie, doveva interessare tanto 1'angusta zona sommitale del colle (q. 626 m circa s.l.m.) che la fascia pianeggiante, ad essa immediatamente sottostante in direzione W/SW, attualmente tagliata dal tracciato della moderna strada di circonvallazione.

In effetti, a ridosso della grande croce metallica sommitale, in presenza di notevoli interri, è possibile osservare lembi affioranti di sedimentazioni stratigrafiche ricche di materiale ceramico d'impasto e alcuni conci, solo parzialmente visibili, organizzati apparentemente lungo un coerente allineamento murario, parte forse di un corpo edilizio antico interrato. L'intero versante W/SW, di raccordo tra l'area sommitale e la sottostante fascia pianeggiante ove è ubicata la chiesa di Buon Cammino, appare interessato inoltre dalla frequente presenza di conci di granito, generalmente di non grande pezzatura (pertinenti con ogni verosimiglianza a tessuti murari antichi distrutti da estesi fenomeni di crollo), frammisti ad una discreta quantità di frammenti ceramici d'impasto provenienti dal dilavamento dei depositi archeologici sommitali. L'area pianeggiante ad Ovest della chiesa di Buon Cammino restituisce, in almeno due casi, brevi brani murari curvilinei appena affioranti dal terreno, pertinenti a muri perimetrali di capanne circolari nuragiche (diametri e spessori murari non determinabili); nel taglio prodotto nel terreno dal tracciato della strada di Circonvallazione, per una lunghezza complessiva di 65 m circa, risultano infine evidenti ampie sacche di terreno antropico di colore grigio scuro-nerastro, ricco di resti ceramici d'impasto, a volte, almeno in apparenza, marginate forse da strutture murarie coerenti. Tali evidenze sono da interpretare, almeno in parte, come le probabili porzioni residue di strutture abitative, distrutte parzialmente dall'apertura della strada moderna.La località di Buon Cammino/S. Pietro, già nota al Taramelli per il ritrovamento casuale di monete “romane”, continua a restituire sporadicamente, stando almeno a notizie raccolte sul posto, monete “antiche” di cronologia non ulteriormente precisabile; la ricognizione del sito non ha però evidenziato al momento la presenza certa di materiale ceramico romano o di altri elementi utili a chiarire tipologia e cronologia dei rinvenimenti monetali.

Comune: Bitti (NU) | Regione: Sardegna | Localizza sulla mappa
 
© 2020 - Parco Naturale Regionale di Tepilora
Via Attilio Deffenu, 69 - 08021 Bitti (NU)
Tel 0784/1825538 - Email: info@parcotepilora.it
Partita IVA: 01465970919 - Posta certificata
URP - Privacy - Note legali - Elenco siti tematici